LE CINQUE REALTA’ DA CUI DIFENDERE LA TUA IDEA IMPRENDITORIALE.

Marzo 23, 2021 0 di Angelo Grieco

Hai avuto una bella idea che credi possa funzionare e fruttarti una entrata economica allettante e stai pensando di realizzarla? Stai compilando il tuo B.P.? Allora inizia a considerare di dover tener presente 5 variabili che sicuramente influiranno sulla redditivita’ del tuo progetto.

Nella stragrande maggioranza dei casi, come dicevo, sono cinque le variabili che devi prendere in considerazione ed analizzare:

  • La concorrenza diretta, cioe’ le persone che gia’ producono e vendono il prodotto o servizio che hai in mente.
  • I nuovi attori che vista la tua idea, ti potrebbero copiare (simpatici eh?).
  • I prodotti sostitutivi, cioe’ la possibilita’ che a qualcuno venga in mente di produrre o vendere “robe” sostititutive delle tue, magari a prezzo inferiore.
  • Il numero di fornitori: chiediti quanti sono? Chi ti vende la materia prima, puo’ aumentarti il prezzo senza che tu possa comprarla da un altro?
  • Il numero di clienti a cui e’ diretto il tuo prodotto o servizio.

La concorrenza diretta.

Se la tua idea e’ gia’ presente sul mercato non e’ detto che non possa funzionare. Basti pensare al mercato dei cellulari e al recente successo di Huawei o XiaoMi . Quindi non scoraggiarti.


La minaccia di nuovi entranti.

Eh si, c’e’ sempre chi “copia”. Chi, visto che la tua idea e’ ottima fa un prodotto o vende un servizio come il tuo.

In questo caso e’ bene che tu tenga presente se esistano nel tuo mercato, cio’ che vengono chiamate in letteratura “barriere”. Cosa sono? Degli ostacoli per chi voglia produrre o vendere cio’ che hai idea di realizzare. Degli esempi? Per restare in tema, se tu avessi in mente di realizzare dei cellulari, i costi per realizzarli sono delle “barriere” che potrebbero fermarti dall’ entrare in quel mercato.

La minaccia di immissione nel tuo mercato di prodotti sostitutivi.
Possibile creare un qualcosa che sostituisca il mio prodotto o servizio e magari che costi anche meno? Questa e’ una delle domande che dovresti porti e alla quale risponderti. Un esempio forse ti schiarira’ le idee: La Mulino Bianco anni fa’ era leader incontrastato del mercato delle “merendine” (dolciario), oggi non lo e’ piu’, decine di altre aziende hanno invaso il mercato con prodotti di pari bonta’.

L’aumento del potere contrattuale dei fornitori.
Anche questa variabile potrebbe influire non poco sulla tua redditivita’. Se il tuo mercato ha pochi fornitori, questi ultimi potrebbero decidere di aumentarti il prezzo a cui compri da loro: a volte per un motivo valido, a volte per pura avidita’.

L’aumento del potere contrattuale dei clienti
Ultima variabile e’ inerente ai clienti. Se ad esempio decidi di vendere ad un grossista o nel tuo mercato c’e’ un solo grande cliente a cui vendi, lui potrebbe decidere di comprare da te a prezzo inferiore. Da questo risulta lampante che sono da preferire idee che si collocano in mercati con un numero alto di probabili clienti.

Hai qualche idea da sottoporre ad analisi di fattibilita’? scrivimi: angelogriecoposta@gmail.com, ne parleremo insieme e se vorrai, anche qui sul blog.